Mese: marzo 2018

Due sacri argenti dal Santuario di San Calogero di Naro

Arti visive

Proviene dalla cappella di Santa Lucia della chiesa di San Calogero di Naro un tabernacolo in argento donato, intorno alla fine del XVIII secolo, dai nobili Calogero Gulino, Vincenza Gulino e Rosario Troisi. Accostabile sotto il profilo stilistico alle custodie eucaristiche cappuccino-francescane della fine del XVII secolo di Agostino Diotivolsi e Vincenzo Coppola, esso riproduce un’architettura templare a pianta emi-esagonale.

Dipingere con le terre: l’informale materico di Carmen Spigno

Arti visive

La ricerca di Carmen Spigno si inquadra sia nell’ambito dell’informale materico che della sand painting, la pittura con terre e sabbie praticata da millenni dagli indiani d’America e dagli aborigeni dell’Australia, e tematizza, in chiave ambientalista, il rapporto tra uomo e natura. La centralità della tematica ecologista è suggerita dall’impiego di materiali umili, esclusivamente naturali ed ecocompatibili, come le terre colorate utilizzate come pigmenti; la resina degli alberi da frutto diluita in acqua utilizzata come […]

Le ultime opere di Frà Felice da Sambuca sono a Naro

Arti visive

La posizione occupata da Frà Felice da Sambuca (1734-1805) , al secolo Gioacchino Viscosi, nel panorama della pittura siciliana della seconda metà del Settecento si rivela assai peculiare. Egli infatti persegue un percorso di stile la cui cifra è quella nota di concreto realismo che da alle sue opere un carattere di immediatezza comunicativa; il solo intento che lo muove è quello di offrire al pubblico una semplice narrazione visiva delle storie sacre. Nell’anno 1800, […]